Annullata l’amichevole col Sandonà

18 03 2008

Venezia già al lavoro ieri mattina al Taliercio: allenamento defaticante per gli undici che hanno iniziato il match contro il Padova, più intenso e meno leggero per tutti gli altri della rosa della prima squadra. Entusiasmo alle stelle per la vittoria nel derby, ma i piedi piantati ben per terra e il pensiero già rivolto alla trasferta di sabato di Pasqua a Novara, contro i piemontesi allenati dall’ex arancioneroverde, Gianfranco Bellotto, nella quale il Venezia cercherà d’interrompere la serie negativa che l’ha visto sempre soccombere nel 2008 fuori casa (quattro sconfitte di fila). L’ultimo pareggio del Venezia in trasferta risale infatti al 16 dicembre dell’anno scorso (0-0 a Cremona) e l’ultima vittoria addirittura all’ottava d’andata (14 ottobre 2007) con i tre punti conquistati a Busto Arsizio con la Pro Patria battuta per 1-0. Oggi allenamento nel primo pomeriggio, mentre è stata annullata l’amichevole di mercoledì a San Donà di Piave avendo Michele Serena preferito restare al Taliercio per non affaticare la squadra e affrontare invece domani alle 15 i suoi ex allievi nazionali.





Il Venezia è già al lavoro: giovedì a Mogliano con il Boca San Lazzaro

26 02 2008

Dopo l’inattesa sconfitta di domenica a Sant’Elena con la Pro Patria, il Venezia di Fulvio D’Adderio ha ripreso regolarmente oggi gli allenamenti al Taliercio nonostante il campionato di C1 osservi domenica una giornata di riposo e riprenda il 9 marzo con la trasferta di Cava dè Tirreni. Domani doppia seduta atletica, mentre giovedì  gli arancioneroverdi si ritroveranno nel pomeriggio a Mogliano Veneto per affrontare in allenamento il Boca San Lazzaro, formazione bolognese che milita nel campionato di serie D.  E’ di oggi intanto la notizia che il giudice sportivo ha squalificato Emanuele Pesoli per una giornata in seguito all’espulsione (affrettata) rimediata nella partita contro i bustocchi: un’assenza pesante visto il valore e l’ottimo rendimento stagionale del forte difensore arancioneroverde. La Lega ha anche comunicato la data del recupero di Sassuolo-Cavese sospesa per nebbia ieri sera alla fine del primo tempo con i campani in vantaggio per 1-0: si giocherà domenica prossima probabilmente  sotto gli occhi di Fulvio D’Adderio. E’ stato invece fissato per lunedi 17 marzo (Raisat ore 20,45) il posticipo della decima di ritorno tra Sassuolo e  Cremonese, di modo che l’atteso derby di Sant’Elena, Venezia-Padova, si disputerà come da programma domenica 16 marzo con inizio alle ore 14,30.





24 02 2008

dalla “Domenica del Leone”: il punto… di CLAUDIO PEA

Il più grave errore che potrebbe fare oggi il Venezia sarebbe quello di pensare che ormai questo è l’andazzo: vincere a Sant’Elena e perdere fuori. In verità questo è successo nelle ultime sei giornate di campionato: tre vittorie di fila in casa con la Pro Sesto (2-1), il Lecco (4-0) e il Verona (1-0) e altrettante sconfitte consecutive in trasferta a Cittadella (1-3), Sassuolo (0-1) e Foggia (0-1). Insomma, per farla breve, arriva al Penzo la Pro Patria e dei bustocchi, ben cotti, faremo un sol boccone. Magari. In effetti la squadra del signor Rossi (Marco) l’abbiamo già battuta all’andata al “Carlo Speroni” con un gol nel bel principio di Manolo Gennari, pur oggi assente, e poi tirando a campare sino al novantesimo. Di tutto e di più: i tigrotti di Busto Arsizio occupano in classifica una posizione tranquilla, otto punti sotto gli arancioneroverdi e sette sopra il Lecco che è l’ultima squadra invischiata nella zona playout. I sogni di conquista di un posto al sole nei playoff sono svaniti sotto agli occhi della Pro Patria forse ancor prima dell’imprevista sconfitta di domenica scorsa proprio nel derby col Lecco, la terza consecutiva in casa dopo quelle con la Cremonese e la Cavese. A voler essere sinceri sino in fondo, non è che la società con le maglie a strisce orizzontali, a mo’ dei rubysti, puntasse all’inizio della stagione al salto di categoria, però – lo si sa – l’appetito vien mangiando e quando, il 2 dicembre scorso, i bustocchi fecero bottino pieno a Terni… Leggi il seguito di questo post »





Ultimissime su Venezia-Pro Patria

23 02 2008

venezia.jpg                 pro_patria_scudetto_.jpg

Sarà una partita molto delicata per entrambe le contendenti quella che domani si disputerà al Penzo (ore 14.30): il Venezia deve fare bottino pieno per dimenticare il passaggio a vuoto di sette giorni fa contro il Foggia, appaiato ora in classifica agli arancioneroverdi a quota 37 punti, e per non perdere contatto col quinto posto che significa playoff. I bustocchi hanno pure bisogno di punti come dell’ossigeno: infatti nelle ultime otto partite hanno raccolto solo quattro pareggi e la zona playout è ora a sette lunghezze. Per D’Adderio problemi d’abbondanza in tutti i reparti, ad eccezione di Manolo Gennari, fermo ai box per una brutta distorsione alla caviglia. Paolo Poggi il probabile sostituto. Per quanto riguarda invece il versante biancoblù (a strisce orizzontali) Citterio dovrebbe sostituire in difesa lo squalificato Francioso, mentre a centrocampo Cigardi dovrebbe avvicendare il malconcio Negrini. Arbitro dell’incontro sarà Manna di Isernia che già l’anno scorso ha diretto Venezia-Pizzighettone 1-0.





Gennari out, tutti gli altri ok

22 02 2008

Dopo l’amichevole non troppo entusiasmante contro il Noventa Padovana, squadra del campionato dilettanti d’Eccellenza, vinta solo per 1-0 grazie ad un gol di Mirco Antenucci, gli arancioneroverdi si sono allenati oggi pomeriggio al Taliercio, ad eccezione di Manolo Gennari che proprio nella partita di ieri pomeriggio si è prodotto una distorsione alla caviglia e non sarà disponibile per il match di domenica a Sant’Elena con la Pro Patria. Domattina è prevista l’ultima rifinitura, sempre al Taliercio, durante la quale Fulvio D’Adderio scioglierà le riserve sulla formazione che affronterà al Penzo i bustocchi che in campionato non vincono dal 2 dicembre (Ternana-Pro Patria 1-2) ma che in trasferta hanno conquistato più punti che in casa (14-13). D’Adderio tornerà a sedersi sulla panchina arancioneroverde dopo aver scontato le due giornate di squalifica inflittegli dal giudice sportivo dopo l’espulsione rimediata a Sassuolo. La Berretti del Venezia, vittoriosa sabato scorso col Cittadella,  scenderà invece in campo domani (14:30) a Bassano contro l’altra capolista del girone C.





Domenica il Venezia col lutto al braccio

19 02 2008

Alla ripresa degli allenamenti in vista dell’impegno casalingo di domenica con la Pro Patria soltanto Mattia Collauto e Marco Veronese hanno marcato visita oggi nella seduta atletica del Taliercio. Il capitano arancioneroverde soffre per un’ecchimosi all’alluce del piede, mentre l’attaccante è stato tenuto precauzionalmente a riposo per un affaticamento muscolare. Dopo cinque mesi e mezzo e l’operazione ai crociati interni del ginocchio, si è aggregato al gruppo della prima squadra anche Ruben Grighini che confida di mettersi a disposizione di Fulvio D’Adderio per il derby di metà marzo con il Padova. Il Venezia intanto ha presentato richiesta alla Lega perchè domenica prossima venga osservato un minuto di raccoglimento in memoria del giovane Andrea Del Mela prematuramente scomparso. La squadra giocherà anche col lutto al braccio. Ezio Brevi, ammonito domenica scorsa a Foggia, non è in diffida. Restano così due i diffidati nella formazione di D’Adderio: Marco Veronese e Emanuele Pesoli. Il giudice sportivo della Lega ha invece squalificato il difensore della Pro Patria, Raffaele Francioso, per un turno. Domani doppio allenamento, mentre giovedi la squadra affronterà al Taliercio la Berretti del Venezia.





19 02 2008

L’EDITORIALE di CLAUDIO PEA

Che dire? Siamo caduti di nuovo. Ma in piedi. Come a Sassuolo quindici giorni fa, come allo Zaccheria domenica. Di nuovo per 1-0. Immeritatamente, credo. E comunque, come ha scritto Carlo Cruccu sulla Nuova, senza essere umiliati, vittime di un altro episodio sfavorevole e stavolta di un pasticcio ai quattro formaggi offerto freddo, cioè quando la partita era da poco iniziata. Poi il Venezia ci ha provato in tutte le maniere, anche con quattro punte. Marco Veronese si è battuto come un leone, ma non è stato preciso nella zampata mortale. Siamo alle solite: adesso dobbiamo riscattarci in casa. Domenica a Sant’Elena sbarca la Pro Patria che abbiamo già battuto a Busto Arsizio all’andata. Non sarà facile, ma la ribatteremo. Questo è l’andazzo di tutta la stagione: in altalena, però alla fine ce la faremo a saltare sul treno dei playoff. Non lo dico per farmi coraggio o per trasmetterlo a D’Adderio e ai suoi giocatori, ma perchè ci credo. Questo Venezia ha carattere e saprà rialzarsi di nuovo. Questo Venezia ha qualità che scopriremo insieme. Al momento opportuno… Leggi il seguito di questo post »