Battuto il Treviso, gli allievi sono primi e Michele Serena può stare davvero sereno

2 04 2008

Serena può stare sereno. Nonostante le sconfitte di Novara e di Sant’Elena col Manfredonia, dopo il successo all’esordio nel derby con il Padova, sia i fratelli Arrigo e Ugo Poletti che Vincenzo Marinese e Andrea Seno hanno manifestato la loro chiara intenzione di confermarlo anche per la prossima stagione alla guida di un Venezia giovane come lui e vivace come la squadra allievi regionali arancioneroverdi che Michele Serena ha allenato sino a tre settimane fa prima di passare le consegne all’amico Massimo Tamellini, anche tecnico della formazione allievi regionali (che nell’ultimo turno ha vinto 3-0 a Legnago), e a Sandro Perini, sottoposto ad un vero e proprio tour de force ad ogni weekend: in panchina al sabato pomeriggio con la Berretti e la domenica mattina alla guida della squadra appunto dei ragazzi del 1991 (più la promettente punta del ’92, Jashin Emmasri). Ebbene la squadra ora gestita dal duo Perini-Tamellini è balzata in testa alla classifica del girone nel test-match con il Treviso, battuto per 2-1 domenica a Mira…, quando alla fine del campionato mancano tre giornate appena e il Montebelluna, secondo ad un punto dagli arancioneroverdi, deve anche riposare per un turno. Proprio il Treviso è ora terzo in classifica, staccato però di cinque lunghezze, e quindi solo la matematica non promuove ancora il Venezia nei sedicesimi di finale del campionati nazionali degli allievi che si disputeranno l’11 e il 18 maggio con partite di andata e ritorno ad eliminazione diretta. E magari sotto agli occhi di Michele Serena… Tornando all’incontro di domenica con il Treviso, gli arancioneroverdi, pur privi dei forti centrocampisti Manuel Zamarian e Gianmarco Conti, pure del ’92, tornato dal torneo di Malta con la nazionale azzurra piuttosto malconcio alla caviglia,  hanno dominato nella prima mezzora andando a segno con Matteo Chinellato al 25′ dopo una splendida azione sulla destra di Luca Palmieri e un cross al bacio per il numero nove lagunare. In chiusura del tempo il Treviso ha pareggiato su rigore, ma il miglior gioco e il dinamismo hanno premiato alla fine il Venezia che a metà della ripresa ha chiuso il match con un perentorio gol di Matteo Malagò, un altro giovane talento del florido settore giovanile arancioneroverde.

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: