Venezia-Lecco 4-0

20 01 2008

il-rigore-di-paolo-poggi.jpg 

MARCATORI: 32′ pt Poggi (rig.), 43′ pt Mattielig, 45′ pt Veronese, 29′ st Gennari

VENEZIA: Lotti, Pesoli (dal 20′ st Teoldi), Scantamburlo, E. Brevi, O. Brevi, Mei, Mateos, Mattielig (dal 31′ st Teso), Veronese (dal 26′ st Gennari), Poggi, Antenucci. All. D’Adderio.

LECCO: Mazzoni, Narducci, Mussoni, Bottini (dal 41′ st Fusco), Campi, Villagatti, Chianese, Corti, Savoldi (dal 1′ st Bonfanti), La Cagnina, M. Vieri (dal 31′ st Ulivi). All. Motta.

Calci d’angolo: 7 a 5 per il Venezia

Espulsi: Campi (L) al 31′ pt

Il Venezia centra il poker contro il Lecco e cancella la brutta prestazione di sette giorni fa contro il Cittadella. Raggiunto il Padova a quota 34 punti, fermato sull’1-1 all’Euganeo proprio dai granata di Claudio Foscarini, gli arancioneroverdi sono così rientrati in zona playoff a otto lunghezze dalla neo capolista Cremonese. Venezia pericoloso già al 7′ con Antenucci, tra i migliori in campo, che da destra fa partire un insidioso tiro cross smanacciato in angolo dal portiere lombardo Mazzoni. Sempre Antenucci all’11’ cerca di portare in vantaggio i suoi con un tiro di sinistro bloccato facilmente dall’estremo difensore lecchese. Al 31′ la partita (per la verità non bellissima fino a quel momento) subisce uno scossone: cross di Scantamburlo dalla destra, torre di Veronese per l’accorrente Antenucci la cui conclusione a botta sicura viene respinta di mano da Campi sulla linea di porta. Rigore ed espulsione per il difensore bluceleste. Poggi si incarica del tiro dagli undici metri e trasforma per l’1-0 arancioneroverde. Al 39′ si fa vivo in attacco per la prima volta il Lecco con Savoldi che un pò defilato sulla sinistra fa partire un tiro un pò velleitario che si perde sull’esterno della rete. Minuto 43′, il Venezia raddoppia: Poggi difende la sfera all’interno dell’area di rigore e serve Mattielig che di prima intenzione insacca alle spalle di Mazzoni. Al 45′ gli uomini di mister D’Adderio chiudono virtualmente la partita con la terza segnatura che porta la firma di Marco Veronese intervenuto prontamente su una respinta dell’estremo difensore lombardo su una conclusione di Antenucci. Si va a riposo sul 3-0. Il secondo tempo vede ancora il Venezia in attacco con il solito Antenucci che al 28′ incanta il Penzo con una fuga palla al piede conclusa con un tiro respinto in angolo da Mazzoni. Sul successivo tiro dalla bandierina gli arancioneroverdi fanno poker con Gennari, da poco entrato al posto di Poggi, che dopo un ripetuto batti e ribatti in area trova lo spiraglio giusto per battere ancora lo sfortunato portiere bluceleste. Il resto è pura accademia con i padroni di casa che si rendono pericolosi ancora con Gennari e Veronese. Si torna in campo il 3 febbraio con il Venezia impegnato in trasferta contro il Sassuolo che quest’oggi ha schiantato il Verona 2-0 al Bentegodi.

Annunci

Azioni

Information




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: