Cittadella-Venezia 3-1

13 01 2008

il-gol-di-antenucci.jpg 

MARCATORI: 15′ pt Antenucci, 28′ pt Meggiorini, 5′ st Meggiorini, 20′ st Coralli.

CITTADELLA: Pierobon, Turato, Marchesan, Iori, Cozza, Gorini, Carteri (dal 39′ st Volpe), Musso, Coralli, De Gasperi (dal 47′ st Campo), Meggiorini (dal 30′ st Riberto). All.: Foscarini.

VENEZIA: Lotti, Pesoli, Scantamburlo, Mateos, O. Brevi, Pradolin (dal 25′ st Filippini), Teoldi (dal 30′ st Rebecca), Collauto, Veronese, Poggi (dal 33′ st Gennari), Antenucci. All.: D’Adderio.

ARBITRO: Tozzi di Ostia Lido. AMMONITI: Coralli, Turato, Musso, Riberto (C) e Collauto (V)

Inizia male il 2008 del Venezia che perde a Cittadella e esce dalla zona playoff. Granata pericolosi già al 5′ con Coralli che manca la deviazione in rete a pochi passi da Lotti. Sono però gli arancioneroverdi di D’Adderio a passare in vantaggio al primo affondo: Veronese semina il panico nella difesa padovana e serve una palla d’oro per Antenucci che, accentrandosi, fa partire un tiro che s’insacca alle spalle di Pierobon. Esultano i circa 1200 tifosi giunti dalla laguna. Pronta la reazione del Cittadella che con De Gasperi per due volte si rende pericoloso, ma senza fortuna. A metà del primo tempo la squadra di Foscarini raggiunge comunque il pareggio: punizione di Iori dal limite dell’area per Meggiorini che scocca un tiro rasoterra sul quale Lotti non può intervenire.

Il secondo tempo inizia sulla falsa riga del primo e cioè coi padroni di casa in costante proiezione offensiva. Al 4′ , su una respinta corta della difesa veneziana, Meggiorini si concede il bis e raddoppia lasciando di stucco l’incolpevole Lotti. Il Cittadella gioca sul velluto e al 18′ mette in cassaforte la vittoria nel derby su un rigore che Lotti riesce anche a parare a Coralli, ma che Coralli stesso trasforma in gol sulla sfortunata respinta del numero uno lagunare. D’Adderio a questo punto le tenta tutte: dentro Filippini e Rebecca per Pradolin e Teoldi. Ci provano al 26′ Antenucci e al 36′ anche Scantamburlo da fuori area, ma senza molta fortuna. A una decina di minuti dal novantesimo il Venezia ha la grossa opportunità d’accorciare le distanze e di riaprire il match: Veronese viene steso in area da Pierobon, l’arbitro assegna un altro (indiscutibile) tiro dagli undici metri della cui esecuzione s’incarica Collauto, ma il capitano arancioneroverde si fa parare il rigore da Pierobon. Peccato! E così la capolista Cittadella s’allontana dal Venezia in classifica…

Annunci

Azioni

Information




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: